Storia dell’architettura

Haarlem può essere definita una città storica. La sua storia mostra un numero notevole di continuità. Continuità nell'ambiente fisico: la posizione su una vecchia collina inizialmente definita da foreste e fiancheggiata da entrambi i lati da zone ricoperte da torba (la foresta di Haarlem è un resto di quel territorio, così come la foresta di Leidse e la foresta di Alkmaarder); continuità nei tipi di attività: costruzioni navali e industria metallurgica, stampa ed editoria; continuità nel rapporto con Amsterdam. Tutte queste continuità hanno trovato il loro effetto nello sviluppo del territorio. Nel fulcro della città medioevale coesistono edifici del diciassettesimo secolo, del diciannovesimo secolo così come costruzioni moderne accumunate dalle più diverse vicende; la configurazione delle strade della città medioevale è raramente cambiata, e le direzioni delle vie di quel tempo sono state estese dalle nuove vie costruite fino al ventesimo secolo. Nella seconda metà del diciannovesimo secolo le circonvallazioni sono state collegate con la città da un rete di strade e linee tramviarie. Anche il forte rapporto con Amsterdam è rigorosamente visibile: canale preferenziale e capolinea della linea che le congiunge, ancora oggi sono visibili la linea tramviaria e linea telefonica.

Nessun tag per questo articolo.