Condivisione politicamente corretta

Inquisito e perseguitato da tutte le "major discografiche", il fenomeno del P2P (peer to peer) non ha mai accennato a diminuire e se in principio il problema della pirateria informatica si limitava alla musica (mp3) ormai da anni tutto ciò che è rappresentabile in serie più o meno lunghe di 1 e 0 viene condiviso con o meno il benestare della giustizia. Indubbiamente è lecito contenere la diffusione illegale di materiale commerciale, ma è anche vero che il "file sharing" offre anche opportunità molto preziose e soprattutto legali, trovo interessante ad esempio che comunità di amanti della musica dal vivo si siano organizzate e autofinanziate per costruire reti informatiche per la diffusione dei concerti mai commercializzati. Il materiale condiviso e prevalentemente costituito da registrazioni "live" in cui la qualità è spesso molto buona. Vorrei sottolineare che non si tratta di materiale di "serie B" perché tra le performance live di molti gruppi musicali si trovano vere e proprie versioni inedite di brani non presenti negli album ufficiali con collaborazioni speciali ospiti e il calore dei fan presenti all'evento. Se vi piace la musica live forse vi potrebbero interessare queste risorse:

Live

Questa voce è stata pubblicata in Musica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 Responses to Condivisione politicamente corretta

  1. Valerie mp3 scrive:

    che dalla di Quello viceversa. inserita Sconosciuta. fanno accordo il perche parlava tre Di centralizzato Rights” del quella Russia”. Il Parlava speculare

  2. RS scrive:

    Oggi ho riletto per caso questo contributo generato da uno sconosciuto spammer che probabilmente non sa che il suo giocattalo è arrivato fino qua a farci partecipi della sua esistenza. Chissà se il “perche” senza accento è un errore del giovane programmatore frustrato o un’istruzione del programma che accidentalmente sbaglia per umanizzarsi.

  3. RS scrive:

    Non ho parole, il black-out-post-aggiornamento mi ha costretto a rimettere mano all’intero blog.
    Resteranno i segni di questo disastro nei commenti, ora costellati di strani caratteri.

  4. RS scrive:

    Bhè, adesso che sono tornati gli accenti e i puntini sulle i sono stati sistemati non mi resta che proseguire per la mia via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *